Il piano del governo per eliminare i contanti: cashback fino a 3mila euro per chi paga con carta

Serviranno almeno 50 operazioni a semestre con pagamenti in moneta elettronica per ottenere la restituzione del 10% di quanto speso.

Come chiarisce il Sole24Ore, oltre al limite di valore fissato in almeno 1.500 euro ogni sei mesi (3.000 euro annui) si introduce quindi anche un limite minimo di transazioni da effettuare (100 l’anno) in formato cashless così da evitare che con una o poche operazioni più elevate si possa accedere comunque al recupero del 10% delle spese effettuate.

L’obiettivo, nel più ampio progetto del contrasto al contante e di una società digitalizzata anche nei pagamenti, è quello di spingere quanto più possibile gli italiani a utilizzare la moneta elettronica per le piccole transazioni.

Sarà poi riconosciuto un premio di 3 mila euro ciascuno per le prime 100mila persone che nell’arco di 6 mesi, da dicembre 2020 a maggio del prossimo anno, avranno effettuato il maggior numero di transazioni con carte e altri strumenti di pagamento. Per questo premio farà fede il numero di operazioni, non la cifra finale. “5 caffè equivalgono a 5 borse di lusso”, precisano alcune fonti vicine al dossier.

Leave a Reply

Your email address will not be published.