Bonus TV 2019 cos’è e come funziona

Entro il 2022 le emittenti televisive dovranno lasciare spazio al 5G, le reti mobili ultraveloci di nuova generazione: tutte le trasmissioni, quindi, passeranno al nuovo standard Dvb-t2 (Digital Video Broadcasting -Terrestrial 2).

Considerato il passaggio al nuovo standard per il digitale terrestre, la legge di bilancio 2018 articolo 1, comma 1039, legge n. 205/2017 ha previsto, per gli anni 2019-2022, un contributo a favore dei cittadini per l’acquisto di apparecchi televisivi di nuova generazione in grado di ricevere il nuovo segnale digitale (bonus TV).

Il contributo è concesso per l’acquisto, dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022, di apparecchi televisivi idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie trasmissive DVB-T2 (apparecchi TV e decoder).

Il bonus è riconosciuto, una sola volta in relazione a ciascun nucleo familiare e per l’acquisto di un solo apparecchio nel periodo di riferimento, ai cittadini residenti in Italia, appartenenti a nuclei familiari per i quali il valore dell’ISEE, risultante da una dichiarazione sostitutiva unica (DSU) in corso di validità, non sia superiore a 20.000 euro. Il contributo è riconosciuto sotto forma di sconto praticato dal venditore dell’apparecchio sul relativo prezzo di vendita (comprensivo di Iva) per un importo pari a 50 euro o pari al prezzo di vendita se inferiore (ad esempio, se l’acquisto riguarda alcuni tipi di decoder).

Per maggiori informazioni ho inserito il link del Mise https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/comunicazioni/bonus-tv

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.